Tinos, la grande isola davanti a Mykonos, è l'opposto della sua dirimpettaia: anziché locali e discoteche, vanta il santuario più venerato della Grecia, una costa orlata di calette solitarie e un entroterra rurale impreziosito da centinaia di colombaie veneziane.
Dove è tinos?
Tra le Cicladi è la più ventosa, ma le folate potenti che soffiano da nord, rotolando giù dalle montagne erte a barriera per poi infilarsi nelle valli e accarezzare le spiagge, non hanno scoraggiato i suoi abitanti: incastonata tra le più conosciute Andros e Mykonos, Tinos per secoli ha vissuto di un'agricoltura fiorente tuttora praticata.
Quali attività ci sono a Tinos?
Orti e campi a terrazza, arginati da muretti a secco, si susseguono ai piedi dei picchi, nelle piane e sui lembi delle colline: carciofi, capperi, grano, alberi da frutto vi prosperano.

Raffigurazione della madonna presente nella Chiesa di Tinos



La storia di Tinos

Battezzata nell'antichità anche Idrousa, Tinos è ricca di sorgenti d'acqua e prova ne sono le tante vallette dove si assiepano carrubi, pioppi, platani e canneti. Non mancano i gelsi, che un tempo nutrivano i bachi da seta dai quali si otteneva il prezioso filatoche l'isola esportava in grandi quantità. Tutt'altro che sonnolenta, Tinos, forse anche per via del vento sferzante, è da sempre sede di una fervente attività, nonché di una sincera passione religiosa.

Cosa fare Tinos?

Se per le folle vacanziere non rappresenta altro che uno scalo sulla rotta verso altre mete, tale non è per quel milione di visitatori che ogni anno punta direttamente qui: tanti sono i pellegrini che approdano sull'isola da ogni angolo di Grecia per pregare la Vergine più autorevole dell'Ellade, alla quale è dedica-to l'imponente santuario di Evanghelismos Theotokou (l'Annunciazione, detta comunemente Panaghia Evanghelistria), che da un'altura domina il capoluogo.


Il porticciolo di Tinos, il capoluogo, sulla costa meridionale


Tetti candidi di Pyrgos e uno scorcio del villaggio; panoramica di Chatzirados, borgo dell'interno a nord del capoluogo (che si vede sullo sfondo)